Questo sito web fa uso di cookie tecnici, analitici e di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente e per analizzare i dati di traffico.
Per continuare la navigazione acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie, ricordandoti che puoi modificare la scelta in qualsiasi momento dalla nostra pagina Cookie Policy.

Blog AquaEmotion - Malattie reumatiche ed acqua termale

 Blog_Malattiearticolarieacquat

Le cure termali vengono indicate per i trattamenti di osteoartrosi e per gli altri casi di reumatismi extra/articolari. La cura termale, per questa tipologia di patologia, svolge un'azione riabilitativa, tanto che sono state inserite nei LEA le cure per l’artrosi e la fibromialgia.

Qui l'articolo con tutti i riferimenti alle prestazioni essenziali erogate dal SSN.

E' possibile svolgere fangoterapia (con impacchi di fango termale), antroterapia (permanenza in grotte calde) e balneoterapia. Quest'ultimo tipo di terapia, che svolge anche un’azione decontratturante e rilassante, è particolarmente indicata per prevenire e curare alcune malattie del sistema osteoarticolare come lombalgia, artrite, osteoporosi, borsite, tendinite, artrite reumatoide, discopatia e anche i dolori cervicali.

Vediamo di seguito alcuni dati...

Le acque termali salsobromoiodiche, essendo ad elevato contenuto di sali, presentano notevoli proprietà antiinfiammatorie, agevolano il galleggiamento ed il movimento con conseguente migliore recupero funzionale dell’articolazione interessata. 

Blog_Aquaemotion_acquetermalinIl Progetto Naiade (un programma multi-tasking svolto a livello nazionale che aveva come obiettivo principale valutare come le terapie termali modifichino lo stato di salute nonchè ottenere una disamina dell’efficienza delle terapie termali nel ridurre la spesa sanitaria) ha incluso lo studio dell’osteoartrosi (OA) mediante l’osservazione del sottogruppo di pazienti per 2 anni consecutivi, con la compilazione di una serie di dati clinici e socio-economici in 98 centri termali. Il campione iniziale era di 11.437 pazienti affetti da OA primaria e secondaria, nel secondo i pazienti valutabili erano 6.111 (53,4%). L’analisi dei dati raccolti ha confermato l’efficacia clinica dei trattamenti termali per OA, in particolare per le localizzazioni nella colonna cervicale e lombare (Fioravanti et alii 2003).

Le Terme di Scrajo (puoi scaricare il contributo completo qui) all'interno del Progetto Naiade forniscono un esempio molto chiaro dei risultati.

In 12 mesi di terapia termale c'è stato un significativo trend di riduzione:

- ricoveri ospedalieri: -60%

- assenze dal lavoro: - 50%

- consumo di farmaci FANS: dall’iniziale 9.6% all’1.7%

- consumo di farmaci analgesici: dall’iniziale 3.9% allo 0.8%

Anche il ricorso a terapie fisiche nei 12 mesi precedenti rispettivamente ogni ciclo di terapia termale mostra una chiara tendenza al decremento.

Gli effetti a medio-lungo termine della terapia termale sulla sintomatologia sono statisticamente significativi per la colonna cervicale, dorsale e lombare, dove tende a scomparire quasi del tutto dopo 3 anni di trattamento termale anche in caso di sintomi medio-gravi (ca. il 20% dei pazienti analizzati).

Per quanto attiene alla articolazione della spalla e del ginocchio, si sono ottengono risultati significativi per la riduzione della componente algica, ma non per la riduzione funzionale, dato del resto atteso clinicamente in forza dell’ingravescenza tempo-dipendente del processo osteoartrosico.

Minori risultati si ottengono invece per l’articolazione dell’anca.

E’ stata inoltre effettuata una valutazione di significativo miglioramento globale del paziente, sia nello stato funzionale che per la qualità della vita.

 

Se già di per sè l'acqua termale offre numerosi benefici, ricorda che per i tuoi dolori articolari puoi combinare, sempre sotto indicazione dello specialista, trattamenti con fanghi nonchè sedute di idrochinesiterapia, basata su esercizi personalizzati eseguiti sotto la guida del fisioterapista rigorosamente in acqua termale, che consente di recuperare eventuali rigidità o disabilità articolari.

SE TI INTERESSA APPROFONDIRE QUESTO ARGOMENTO, ECCO I PRINCIPALI ARTICOLI (in inglese) CHE TRATTANO L'ARGOMENTO

1. Fioravanti A et al. Clinical efficacy and cost-effectiveness evidence of spa therapy in osteoarthritis. The results of "Naiade" Italian Project Panminerva Med 2003; 45(3):211-7
2. Bellometti S et al. Cytokine levels in osteoarthrosis patients undergoing mud bath therapy Int Clin Pharmacol Res 1997; 17(4):149-53
3. Mustur D et al. Beneficial effects of spa treatment on functional status and quality of life of patients with rheumatoid arthritis Srp Arh Celok Lek 2008; 136(7-8):391-6
4. Forestier R et al. Spa therapy in the treatment of knee osteoarthritis, a large randomised multicentre trial Ann Rheum 2010; 69(4):660-5
5. Tefner IK et al. The effect of spa therapy in chronic low back pain: a randomized controlled, single-blind, follow-up study Rheumatol Int 2012; 32(10):3163-9
6. http://www.momentomedico.it/medicinatermale/assets/17tt0748-brochure-terme.pdf